Marco Pavanini è dottorando di ricerca all'Università di Durham, UK, dove svolge il suo lavoro di tesi sui rapporti tra prassi tecniche e processi di soggettivazione e aggregazione politica, a partire da un confronto tra il pensiero di Peter Sloterdijk e Bernard Stiegler, nel contesto del centro di ricerca Digital Studies. I suoi interessi scientifici, incentrati sull'analisi delle principali correnti filosofiche, antropologiche e sociologiche contemporanee, riguardano la filosofia della tecnica, la genealogia e l'economia libidinale, su cui ha pubblicato diversi saggi e articoli.