Marco Pavanini ha studiato Filosofia all'Università degli Studi di Milano, all'Università degli Studi Federico II di Napoli, all'Eberhard-Karls Universität di Tübingen e alla Philipps-Universität di Marburg. I suoi interessi principali riguardano l'applicazione del metodo genealogico al rapporto tra tecnica ed esistenza umana, di cui vengono indagate le declinazioni nella filosofia contemporanea, sopratutto in Peter Sloterdijk, su cui ha pubblicato diversi saggi e articoli, Bernard Stiegler, Bruno Latour e Dieter Claessens.