Igor Pelgreffi, dottore di ricerca in filosofia e ingegnere, vive e lavora a Bologna. Insegna nella scuola secondaria superiore. Autore di diversi contributi in volume e riviste, si è interessato dei rapporti tra filosofia e scrittura nel Novecento (saggi su Camus, Derrida, Gadda, Morselli, Nancy, Nietzsche, Sennett, Žižek e altri) e di autobiografia. I suoi attuali interessi sono rivolti agli intrecci fra soggettività, tempo e morfologie testuali nel pensiero contemporaneo. Oltre che con oltre che con Kaiak, di cui è redattore e per le cui edizioni codirige la collana Estetica e teoria delle arti, collabora con Doppiozero, Lo sguardo, Officine filosofiche. Ha pubblicato le monografie Slavoj Žižek (Milano 2013) e Scrittura e filosofia. Jacques Derrida interprete di Nietzsche (Roma, 2014). Ha curato il volume Il pensiero e il suo schermo. Morfologie filosofiche fra cinema e nuovi media (Tricase 2013); curato e tradotto Jean-Luc Nancy, Dov’è successo? (Tricase 2014) e Jacques Derrida, Nietzsche e la macchina (Milano 2010).