Marco Pavanini è dottorando presso l’Università di Durham, UK, nel contesto del Centre for Culture and Ecology. I suoi interessi di ricerca concernono il rapporto tra tecnica ed esistenza umana, con particolare attenzione, da una parte, al ruolo giocato dalla tecnica nell’antropogenesi; dall’altra, all’effetto che le tecnologie contemporanee esercitano sui processi di formazione delle collettività e del senso di appartenenza. Più in generale, si interessa di filosofia contemporanea, in riferimento, specialmente, al suo rapporto con le scienze e al pensiero di Bernard Stiegler e Peter Sloterdijk, su cui ha scritto diversi saggi e articoli. È membro del collettivo scientifico transdisciplinare Internation.